Vai al contenuto

Differenze tra SEO e SEM. Tutto quello che c’è da sapere

Las diferencias entre SEO y SEM.

Il SEO (Search Engine Optimisation) e il SEM (Search Engine Marketing) sono strumenti preziosi e potenti per la vostra attività, che a prima vista possono sembrare simili in quanto entrambi mirano a generare traffico sul sito web, ma se guardiamo più a fondo ci rendiamo conto che si tratta di metodi di generazione del traffico completamente diversi.

La differenza tra l’ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO) e il marketing per i motori di ricerca (SEM) è che la SEO si concentra sull’ottenimento di traffico da ricerche organiche, mentre il SEM si concentra sull’ottenimento di traffico da ricerche organiche e a pagamento.

La SEO viene talvolta utilizzata come termine ombrello che include il SEM, ma poiché il SEM si riferisce strettamente alla pubblicità a pagamento, in realtà si tratta di due concetti distinti. Il SEM si occupa di ottenere traffico attraverso annunci a pagamento, mentre il SEO si concentra maggiormente sull’acquisizione, il monitoraggio e l’analisi dei modelli di traffico organico (non a pagamento).

Differenze tra SEO e SEM. Tutto quello che c'è da sapere

In cosa differiscono?

  • La SEO consiste nell’ottimizzare il contenuto e la visibilità di un sito web in modo che appaia più in alto nelle SERP. Al contrario, il SEM consiste nel promuovere i siti web per aumentare la visibilità e il traffico nelle SERP.
  • Il SEM si basa su due tecniche: il marketing non pagato (gratuito) e il marketing a pagamento. Il marketing non remunerato viene effettuato tramite la SEO, quindi la SEO fa parte della SEM.
  • Il volume del traffico SEM è controllabile e dipende dall’importo che una persona può pagare o fare offerte per il marketing online. Al contrario, la SEO non è in grado di prevedere il traffico in anticipo e richiede tempo rispetto alla SEM.
  • La SEO è una strategia di ricerca organica (gratuita), mentre la SEM è solitamente una strategia a pagamento.
  • Il SEM è costoso, sebbene sia una tecnica efficace dal punto di vista dei costi. D’altra parte, la SEO non richiede costi aggiuntivi, a differenza della SEM (a meno che non si assumano specialisti SEO per fare il lavoro per voi)

Quali sono le loro somiglianze?

  • SEO e SEM vi aiutano a comparire in cima ai risultati di ricerca.
  • L’obiettivo di SEO e SEM è quello di attirare una maggiore quantità e qualità di traffico verso un sito web.
  • Per avere successo in ambito SEO e SEM, è necessario conoscere il proprio pubblico. Le strategie di entrambi i metodi di marketing si basano sul targeting efficace dei clienti e sulla cattura del loro interesse.
  • Sia la SEO che la SEM si basano sulla ricerca delle parole chiave. Ciò include la comprensione dei termini che un utente cerca quando utilizza Google.
  • SEO e SEM non sono strategie adatte a tutti. Ogni metodo deve essere continuamente analizzato, testato e ottimizzato per garantire il successo.

Nonostante le differenze tra SEO e SEM, entrambi svolgono un ruolo importante per il successo delle aziende di oggi. Più della metà della popolazione mondiale utilizza Internet, che diventa così un mercato da non sottovalutare. È impossibile per le aziende perdere queste enormi opportunità.

L’aumento del traffico web è una delle principali priorità di marketing per le aziende. Esistono diversi modi per farlo, ma SEO e SEM sono i principali. Se usati correttamente, SEO e SEM sono la combinazione perfetta per ottenere risultati migliori per la vostra azienda.

Aumentare il numero di visitatori del vostro sito web

Una buona campagna di web marketing permetterà al vostro sito di posizionarsi più in alto nei risultati di ricerca. Le implicazioni per il vostro traffico sono notevoli. Che si tratti di risultati a pagamento o organici, i consumatori tendono a selezionare i siti nella prima pagina della SERP. In questo modo un marchio ha più opportunità di mostrare i propri prodotti e servizi, perché più persone li vedranno.

Migliore conversione

Uno dei vantaggi di SEO e SEM è che consentono ai motori di ricerca di trovare i siti con il giusto target di riferimento. Questo perché i motori di ricerca utilizzano algoritmi complessi per garantire che i risultati visualizzati siano pertinenti per l’utente. Questa è una buona notizia per la vostra azienda, perché significa che molti dei visitatori del vostro sito hanno intenzioni di acquisto. Pertanto, più click significano più clienti.

Migliorare la presenza del marchio

Non importa quanto siano buoni i vostri prodotti o servizi se il vostro pubblico non vi conosce. SEO e SEM aiutano le aziende a ottenere il riconoscimento che meritano. Non è nemmeno necessario che si tratti di una visita, il semplice fatto di apparire nelle pagine di ricerca è di per sé un vantaggio. Quando il vostro marchio compare in molti risultati di ricerca, più persone sanno che esistete. Questo, a sua volta, li informerà sui servizi che fornite o sui prodotti che offrite.

Differenze tra SEO e SEM. Tutto quello che c'è da sapere

Il SEO (Search Engine Optimisation) è un insieme di tecniche utilizzate per posizionare un sito web in una buona posizione e aumentarne la visibilità in modo che possa essere facilmente trovato su Internet. In altre parole, migliora il posizionamento organico del sito web nei motori di ricerca. Il termine organico si riferisce al servizio gratuito. Un sito web ottimizzato viene riconosciuto più facilmente dai crawler dei motori di ricerca, il che si traduce in un miglioramento della posizione del sito nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca (SERP). Google utilizza più di 200 criteri per valutare quale sito web debba apparire in cima ai risultati di ricerca di Google per una determinata parola chiave.

La SEO può essere ottimizzata in due modi: SEO On Page e SEO Off Page. La SEO On Page si riferisce all’ottimizzazione del sito web distribuendo correttamente le parole chiave in tutto il sito e rendendo la struttura (pagina web, titoli, tag, contenuti, ecc.) del sito il migliore possibile e complementare alla parola chiave target. La SEO off page consiste nell’ottenere link di qualità da altri siti web di alto livello per creare fiducia dal punto di vista dei motori di ricerca.

I compiti dell’ottimizzazione dei motori di ricerca sono:

  • Ricerca di parole chiave e uso appropriato delle parole chiave sul sito web.
  • Scrivere contenuti in base alle esigenze dei visitatori.
  • Ottimizzazione delle pagine web per ridurre al minimo i tempi di caricamento.
  • Rendere la navigazione semplice ma efficace per gli utenti.
  • Creare backlink di qualità verso il vostro sito web da altri domini.
  • Creare modi per far sì che i visitatori visitino più pagine, trascorrano più tempo sul sito e diminuiscano la frequenza di rimbalzo.
Differenze tra SEO e SEM. Tutto quello che c'è da sapere

SEM (Search Engine Marketing) è un termine generico utilizzato per il marketing di ricerca a pagamento o non pagato, in cui un’azienda paga il motore di ricerca per visualizzare i propri annunci nei risultati di ricerca. Il SEM comprende la ricerca a pagamento (costo per clic o pay per clic) e la ricerca organica SEO organica. Gli esperti di marketing analizzano le statistiche delle query precedenti sui motori di ricerca per determinare le parole chiave più efficaci che l’azienda può utilizzare nella sua campagna promozionale.

Le parole chiave sono la parte fondamentale che costituisce la base del marketing sui motori di ricerca come strategia pubblicitaria. Per questo motivo, prima di scegliere le parole chiave per le campagne SEM, è necessario effettuare una ricerca approfondita come parte della strategia di gestione delle parole chiave per ottenere i migliori risultati. Nel SEM, gli annunci appaiono nelle SERP vicino agli elenchi organici, il che offre all’azienda l’opportunità di aumentare la visibilità del proprio sito web.

Compiti svolti in SEM

  • Lancio della campagna pubblicitaria con l’intento di raggiungere un pubblico specifico.
  • Creazione di gruppi di annunci con diverse parole chiave target.
  • Impostazione del budget pubblicitario.
  • Tracciamento delle metriche SEM, come clic, impressioni, tassi di clic, ecc.

Costo

Il termine SEM pay per click è di per sé un indizio. Si paga ogni volta che un utente fa clic sul risultato della ricerca a pagamento. Il costo iniziale può non essere evidente, ma il suo costo cumulativo nel corso del tempo si farà sentire. Inoltre, l’importo dell’offerta di un annuncio è uno dei fattori che determinano il ranking di una pagina. Ciò significa che probabilmente dovrete spendere di più per ottenere risultati migliori.

D’altra parte, la SEO, pur non essendo gratuita (perché richiede almeno un investimento di tempo), non è così costosa rispetto alla SEM. È vero che dovrete spendere una certa somma per una campagna SEO competitiva. Tuttavia, ci sono buone ragioni per investire denaro nella SEO. Il miglioramento della reputazione, la redditività e il valore del marchio, tra le altre cose, ne fanno valere il prezzo. Inoltre, quando una campagna ha successo, si spendono meno soldi e sforzi per mantenere la propria posizione.

Pertanto, in termini di costi, la SEO può generare risultati migliori nel lungo periodo rispetto alla SEM

Quanto tempo impiega per funzionare?

Il SEM può fare qualcosa che il SEO può solo sognare: portare il vostro sito in cima alla classifica da un giorno all’altro. Questo perché non appena un annuncio viene pagato e distribuito, inizia a comparire nelle SERP. Inoltre, può essere modificato in qualsiasi momento per ottenere un posizionamento ancora più elevato.

La SEO è la controparte lenta e costante. Di solito i risultati si manifestano dopo alcuni mesi. E in questi mesi, l’applicazione continua di buone strategie SEO è necessaria affinché la campagna produca buoni risultati.

Non lasciatevi ingannare, però: la possibilità di pagare per apparire tra i primi risultati di ricerca è solo uno dei requisiti. È necessaria una buona strategia di marketing. Far sì che i potenziali clienti visitino il vostro sito web è solo il primo passo. Non serve a nulla ricevere molti visitatori se poi i clienti non comprano

Sostenibilità

Anche se la SEM vi permette di arrivare in cima, ci resterete solo finché potrete permettervelo. Se il budget non è un problema, questo tipo di campagna avrà ottimi risultati. Tuttavia, se si lavora con un budget fisso per il marketing, è meglio ripensarci. Dopo tutto, quando smetterete di pagare, smetterete di apparire nelle SERP.

In ambito SEO, quando si raggiunge la posizione desiderata per il proprio sito, il mantenimento della stessa costa meno fatica. Questo grazie agli effetti di capitalizzazione, in cui il valore viene aggiunto nel tempo, contribuendo a consolidare la vostra posizione. Quindi, finché continuerete a ottimizzare, per quanto poco, è probabile che manteniate la vostra posizione. In effetti, è uno degli svantaggi dell’essere nuovi nel settore. I siti che dominano le prime posizioni sembrano impossibili da abbattere. Tuttavia, pensateci bene: con uno sforzo sufficiente, potreste essere voi.

Il SEM può farvi ottenere risultati rapidamente, ma a lungo termine una buona strategia SEO vi farà risparmiare fatica e denaro

Visibilità

Il SEM offre spesso un’opzione per garantire che il vostro annuncio sia mirato al pubblico giusto. Sono disponibili filtri che consentono di selezionare i destinatari dell’annuncio. I filtri includono la posizione, l’età, il dispositivo, la lingua e altro ancora. Si tratta di una necessità nel SEM, perché ogni clic costa e quindi si vogliono clic con un’alta probabilità di conversione.

La SEO consiste in strategie attentamente studiate per garantire che il pubblico giusto interagisca con il sito. Quindi, in una certa misura, è destinato a essere visibile agli utenti target. Tuttavia, spesso non è così. Il SEO non ha il livello di controllo che ha il SEM e quindi ha un pubblico più ampio. Ciò può sembrare positivo, ma in realtà contribuisce a far sì che i risultati di ricerca vengano seppelliti sotto altri risultati più generici. Inoltre, si vuole sempre attirare i visitatori giusti.

In questo senso, il SEM consente di indirizzare il pubblico che si vuole raggiungere, mentre il SEO non lo fa

Ritorno sull’investimento

Il SEM richiede una spesa continua per mantenere la campagna. Ciò significa che i risultati ottenuti saranno presenti solo finché si continuerà a immettere denaro nei motori di ricerca. Per questo motivo, il costo per lead della pubblicità a pagamento è molto più alto di quello della SEO.

La SEO ha maggiori probabilità di generare un ritorno sull’investimento rispetto alla SEM, a patto che sia ben ottimizzata. Anche se ha un costo, è relativamente basso e quindi si corrono meno rischi quando si implementa una campagna SEO. Inoltre, poiché il costo per lead è inferiore, il ritorno sull’investimento è maggiore.

Controllo

Il SEM offre un maggiore controllo sulla maggior parte degli aspetti dell’annuncio, in modo che le campagne possano essere modificate per ottenere un risultato migliore. In questo modo è possibile adattare il messaggio per un’esperienza utente più localizzata o personalizzata. Potete anche includere immagini e altri elementi che siano più coinvolgenti e utili. Anche il budget è sotto il controllo del marketer. In questo modo è possibile spendere più denaro per le campagne di successo e ridurre quelle non riuscite. E poiché potete controllare praticamente ogni aspetto dell’annuncio, il SEM è perfetto per testare quali funzionano e quali no.

D’altra parte, la controllabilità del SEO impallidisce rispetto al SEM. Innanzitutto, il formato in cui viene consegnato un messaggio è quindi limitato al motore di ricerca. Inoltre, gli addetti al marketing SEO sono limitati ai risultati di ricerca basati sul testo. E soprattutto, ci vuole tempo per far emergere l’impatto della campagna, il che rende la SEO non ideale per i test.

Sia il SEO che il SEM si basano molto sulle parole chiave per indirizzare il traffico verso i siti e le pagine web delle aziende. Sebbene le tecniche di marketing utilizzate siano diverse, entrambe si concentrano sui flussi di traffico e sul loro rapporto con le attività di marketing. Le persone utilizzano i motori di ricerca per cercare qualcosa a cui sono interessate e possono trovarlo attraverso risultati organici (SEO) o a pagamento (SEM).

La maggior parte delle persone effettua ricerche online prima di acquistare qualcosa, quindi avere una presenza di rilievo nelle ricerche è fondamentale e l’utilizzo di una combinazione strategica di entrambi può aumentare la vostra visibilità nel lungo periodo.

Il SEO è per il traffico organico, cioè per le inserzioni gratuite o non pagate, mentre il SEM è per gli annunci mirati a pagamento. Possono essere complementari, ma solo se il sito web stesso è adatto alla SEO in primo luogo, allora il SEM ha maggiori possibilità di successo.

Il SEO è alla base di un buon SEM e, quando ognuno di essi è ben impostato, ci sono maggiori possibilità di ottenere traffico di alta qualità e di migliorare i tassi di conversione. Una volta che avete un sito web ottimizzato dal punto di vista SEO e annunci sponsorizzati adeguatamente mirati con le parole chiave giuste, avete maggiori possibilità di apparire in cima alle ricerche a pagamento. Tuttavia, affinché Google consideri il vostro sito web credibile, è necessario che sia ben ottimizzato per la SEO.

Se il vostro sito web è più recente, potreste voler dare priorità alla vostra campagna PPC, in quanto le classifiche SEO possono richiedere un po’ di tempo per essere stabilite, ma non ignorate la SEO durante questo processo.

Avete un budget molto limitato: se siete una startup o una piccola impresa con un budget di marketing modesto, potreste concentrarvi sulla SEO. Potreste non vedere il ritorno dell’investimento nel vostro budget SEO per mesi o anni. Ma è comunque più sensato che spendere l’intero budget di marketing in annunci PPC che possono durare solo una settimana.

Potete posizionarvi per parole chiave informative: le parole chiave informative sono termini come “Che cos’è X” o “Come fare X”. Anche se questi tipi di ricerca non convertono molto bene, hanno un volume di ricerca elevato. Quindi, se pensate di poter scrivere contenuti di qualità su argomenti ricercati dai clienti su Google, la SEO è probabilmente la scelta migliore.

Puoi aspettare: Il SEO e il content marketing richiedono tempo per avere effetto. Quindi, se potete giocare a lungo e aspettare 6-12 mesi per vedere il traffico legittimo iniziare ad arrivare dalla ricerca su Google, optate per la SEO.

Siete bravi a creare link: La creazione di contenuti di alta qualità è una parte fondamentale del posizionamento su Google. Ma non è sufficiente. Se volete davvero posizionarvi, dovrete anche utilizzare diverse strategie di link building per convincere altri siti a collegarsi a voi.

Avete un buon budget: uno degli aspetti positivi degli annunci PPC è che potete stabilire un budget rigoroso. In questo modo, è impossibile spendere troppo.

Detto questo: è facile bruciare rapidamente quel budget se non si sa cosa si sta facendo (e se si è agli inizi con gli annunci a pagamento, non lo si farà).

Ciò significa che avete bisogno di un budget mensile regolare con il quale potete giocare per capire quale combinazione di parole chiave, copia degli annunci, landing page e offerte funziona meglio per voi.

Potete gestire un account Adwords: a prima vista, il PPC sembra molto semplice. Fare offerte per le parole chiave. Ottenere traffico.

In pratica, però, la gestione di un account Google Ads non è così semplice. Dovete prendere in considerazione il targeting delle parole chiave, gli annunci, il Quality Score, il ROI, i tassi di conversione… ed elaborare tutti questi dati per prendere decisioni su come ottenere il massimo dai vostri annunci.

Avete la possibilità di sperimentare con le landing page: una delle prime cose che imparerete sul PPC è che avete bisogno di landing page specifiche per ogni annuncio. O almeno per ogni gruppo di annunci. Per ottenere il massimo dal PPC, quindi, è necessario un modo per lanciare rapidamente una serie di pagine web diverse. E fate dei test A/B per scoprire quale funziona meglio.

Autore

Laureato in Psicologia e appassionato di chitarra flamenca e giochi da tavolo, il mio percorso professionale mi ha portato a comprendere il profondo legame tra comportamento umano e marketing. Nel corso degli anni, ho affinato la mia capacità di analizzare e interpretare le tendenze del mercato e le risposte dei consumatori. Su The Color Blog, unisco le mie conoscenze psicologiche alla mia passione per la scrittura, offrendo prospettive uniche sul marketing, la storia e le interazioni umane che caratterizzano la nostra era digitale.View Author posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *